Fornetto, migliori criteri di scelta

Se al momento di acquistare un fornetto elettrico ci assale il dubbio se prenderlo ventilato o tradizionale, prima di decidere sarà opportuno passare in rassegna i cibi che, abitualmente, siamo soliti cucinare. Se nel fornetto dovranno essere cucinate lasagne o arrosti il modello ventilato sarà quello più adatto, al contrario è preferibile un fornetto tradizionale per la preparazione di torte e dolci. Questo perché il ventilato tende a rosolare l’esterno creando una crosta croccante e lasciando morbida la parte interna, mentre il fornetto tradizionale procede a una cottura più lenta e omogenea, soprattutto in presenza di agenti lievitanti. Stesso discorso per pizza e pane. Premesso che non va mai aperto il fornetto durante la cottura per non ‘afflosciare’ la lievitazione, un conto è se si vuole una pizza particolarmente croccante cotta nel ventilato o una focaccia uniforme dentro e fuori con il fornetto classico.

Detto ciò, non ci resta che sbizzarrirsi nella scelta del fornetto più funzionale, di cui si può consultare un’ampia vetrina virtuale su www.fornettomigliore.it. E se ancora si nutrono dubbi sul modello da acquistare, si può fare una cernita in base ai vari parametri che distinguono fornetto da fornetto, in particolare informarsi sulle dimensioni, la capacità intesa come capienza della teglia, funzioni di cottura, prezzi ed eventuali sconti, che non fanno mai male. E se siamo pigri di natura, in commercio esistono dei particolari fornetti autopulenti, che sfruttano dei particolari meccanismi in grado di assicurare la massima pulizia in tempi record. Parliamo dei pannelli catalitici che rivestono le pareti del forno e sono trattati con un particolare smalto in grado di ‘vaporizzare’ i grassi residui del dopo-cottura. Come è possibile?

Questo sistema autopulente, di cui sono dotati i migliori fornetti di ultima generazione, sfrutta l’alta temperatura (parliamo di 500 gradi!) che riesce a sgrassare perfettamente il fornetto senza bisogno di intervenire manualmente con spugnetta e sgrassatore. In questo modo sia le pareti che il fondo del fornetto torneranno, d’incanto, come nuovi. Un bel sollievo, non c’è che dire, per chi sa quanto possa essere faticoso e antipatico, dopo una bella mangiata, dover provvedere a un’accurata pulizia manuale del fornetto.